sabato, Febbraio 24, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Cani grandi contro cani piccoli, ecco quali sono le taglie che corrono più rischi di malattie

AGI – Le dimensioni dei cani incidono sullo sviluppo futuro di determinate condizioni avverse di salute. Lo rivela uno studio dell’Università di Washington, negli Stati Uniti, pubblicato sulla rivista ad accesso libero PLOS ONE. La ricerca ha preso in esame oltre 25.000 cani statunitensi di 238 razze, mettendo in relazione le dimensioni del cane con diversi modelli di rischio inerenti allo sviluppo di eventi critici di salute nell’arco della vita dell’animale.

Per approfondire le conoscenze su questo argomento, Yunbi Nam, dell’Università di Washington, e colleghi hanno analizzato i dati di un sondaggio su 27.541 cani, riferiti da coloro che possiedono un amico a quattro zampe, che partecipano al Dog Aging Project attualmente in corso. Complessivamente, i cani più grandi hanno mostrato maggiori probabilità nel riscontrare alcuni tipi di condizioni di salute ad un certo punto della loro vita, tra cui cancro, malattie legate alle ossa, problemi gastrointestinali, problemi alle orecchie, naso, gola, condizioni neurologiche ed endocrine e malattie infettive. I cani più piccoli, invece, hanno riscontrato maggiori probabilità di soffrire di malattie oculari, cardiache, del fegato, del pancreas e respiratorie.

La storia di malattie renali e urinarie non differiva in modo significativo tra i cani più grandi e quelli più piccoli. Per molti tipi di patologie, tra cui cancro, patologie oculari, cardiache, ortopediche e dell’orecchio, del naso, della gola, le diverse dimensioni dei cani sono state associate a diversi modelli di rischio nel corso della vita del cane.

I risultati si sono rimasti invariati anche dopo che i ricercatori hanno tenuto conto statisticamente del sesso dei cani, del luogo in cui vivevano e del fatto che fossero di razza pura o mista. Gli scienziati sottolineano che questo studio non conferma alcuna relazione causale tra la taglia del cane, l’età e le malattie. Tuttavia, i risultati potrebbero aiutare a comprendere meglio i tipi di condizioni che possono essere alla base della minore durata di vita dei cani più grandi.

Per esempio, all’interno delle categorie di malattie esplorate in questo studio, la ricerca futura potrebbe concentrarsi sui modelli di età e taglia associati a condizioni specifiche. “I risultati forniscono approfondimenti sulle categorie di malattie che possono contribuire alla riduzione della durata della vita nei cani di grossa taglia e suggeriscono molteplici strade da esplorare ulteriormente”, hanno dichiarato gli autori. 

VIRGO FUND

PRIMO PIANO