domenica, Giugno 16, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Cirio vince in Piemonte. Firenze e Bari al ballottaggio. Pescara e Ferrara al centrodestra…

AGI – Al via alle 14 lo spoglio per le Comunali e le Regionali. Si è votato per il rinnovo di 3.716 amministrazioni comunali, dei quali 29 capoluogo

 

Piemonte

 Terza proiezione del Consorzio Opinio Italia per Rai per le regionali del Piemonte: Alberto Cirio 55,7% (coalizione 56,2%), Gianna Pentenero 33,9% (coalizione 34,8%), Sarah Disabato 8,2% (coalizione 6,8%), Alberto Costanzo 1,2% (coalizione 0,9%). Copertura campione 58%

La candidata del centrosinistra alle elezioni regionali in Piemonte Gianna Pentenero poco fa ha telefonato ad Alberto Cirio per complimentarsi con il governatore uscente per il risultato. Cirio attende nel suo studio ad Alba la fine degli scrutini.

Il segretario nazionale di Forza Italia e vicepremier Antonio Tajani pochi minuti fa ha chiamato Alberto Cirio per complimentarsi per il risultato ottenuto in Piemonte. “Mi congratulo per il risultato importante – ha detto – e’ la dimostrazione del lavoro che hai svolto. Si inserisce nell’ottima giornata di oggi con il risultato di Forza Italia, siamo il terzo partito nazionale”.

“A vedere i risultati credo che sia stato premiato il mio modo di essere, di stare tra la gente e di ascoltare tutti, di cercare sempre il punto di equilibrio anche nei rapporti tra le persone. Sono molto soddisfatto di questo risultato, soprattutto perche’ e’ una conferma”. Cosi’ Alberto Cirio commenta la sua rielezione alla guida della Regione Piemonte. “Cinque anni fa – spiega – per me fu straordinario diventare governatore della mia regione, ma ero nuovo nel contesto piemontese e torinese, arrivavo da Bruxelles e da Alba, tanti non mi conoscevano. Oggi dopo cinque anni essere confermato – afferma – vuol dire che comunque mi hanno scelto e mi hanno scelto vedendo i pregi e i difetti, come ciascuno di noia ha, pero’ questo mi ha responsabilita’ moltissimo e mi fa, come ho appena detto ai miei direttori, che domani saremo in ufficio a lavorare per il Piemonte”. 

 

Amministrative

A Cagliari Zedda dedica la vittoria a Matteotti e Berlinguer 

 Nelle sue prime dichiarazioni da vincitore delle comunali a Cagliari – è la sua terza volta – Massimo Zedda, candidato del Campo largo del centrosinistra e presidente dei Progressisti ricorda Giacomo Matteotti ed Enrico Berlinguer. Il deputato socialista ucciso dai fascisti 100 anni fa e lo storico segretario del Pci sono, per il sindaco in pectore, figure di riferimento ai quali ispirare la sua azione politica.
Anche se i dati sono ancora parziali, Zedda ha già ricevuto telefonate di auguri dall’avversaria del centrodestra, Alessandra Zedda, e da Giuseppe Farris, candidato per il movimento CiviCa 2024. Secondo dati ufficiosi citati dal vincitore e basati su 38 sezioni scrutinate su un totale di 173, il candidato del Campo largo e’ al 59,31%, Alessandra Zedda al 35,87% e Farris al 3,33%.
“Dedico questa vittoria alla citta’ e a Matteotti e Berlinguer”, ha aggiunto Zedda, rispondendo alle domande dei giornalisti, prima della festa di piazza. Alle 20 il neo sindaco celebrerà coi sostenitori in piazza Garibaldi.

 

Firenze

Questi i voti per il candidato sindaco di Firenze secondo la seconda proiezione Consorzio Opinio Italia per Rai (campione 15%): Sara Funaro 42,1%, Eike Schmidt 33,3%, Stefania Saccardi 6,3%, Cecilia Del Re 5,4%

 

Bari

Proiezione Consorzio Opinio Rai per le comunali di Bari (campione 15%): Vito Leccese 47,1%, Fabio Romito 29,1%, Michele Laforgia 22,3%, Nicola Sciacovelli 0,9%

 

Bergamo

Il centrosinistra conferma il sindaco di Bergamo al primo turno. Quando restano da scrutinare 3 sezioni bergamasche su 103, il vantaggio di Elena Carnevali al 55,09% è incolmabile.

 

Potenza

A Potenza si profila un ballottaggio tra Francesco Fanelli (centrodestra) e Vincenzo Telesca (centrosinistra) nella scelta del nuovo sindaco. Nella seconda proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai, Fanelli e’ al 42,2%, mentre Telesca è al 34,1%. Seguono Pierluigi Smaldone con il 14,5% e Francesco Giuzio al 8,5%. Il campione è del 35%. La sensazione è che si vada al ballottaggio arrivata anche dai comitati elettorali a circa quattro ore dall’inizio dello spoglio, concluso finora però – secondo quanto pubblicato su Eligendo – solo in cinque sezioni su 77. 

Sassari

A Sassari, dove sono state scrutinate 10 sezioni su 140, il candidato del centrosinistra, Giuseppe Mascia, è in testa col 44,66%, seguito dal candidato dei ‘Civici’, Nicola Lucchi (29,85%), ‘erede’ del sindaco uscente Nanni Campus. Il candidato del centrodestra Gavino Mariotti è al 18,66. L’indipendente Giuseppe Palopoli di ‘Sassari Svegliati) è al 3,80%, mentre l’ex magistrato Mariano Brianda (Costituente per Sassari) è all’3,04%. I dati, provvisori, sono pubblicati dal Comune. 

 

Gli altri capoluoghi

Il sindaco di Cremona va al ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra. Quando resta da scrutinare una sola sezione su 76, Portesani (centrodestra) ha il 43,23%. Virgilio (centrosinistra) ha il 41,92%. Il candidato M5s si ferma al 5,37%.

Il centrosinistra conferma il sindaco di Modena al primo turno. Quando restano da scrutinare 3 sezioni su 190, il vantaggio di Massimo Mezzetti al 63,84%.

Il centrodestra conferma il sindaco di Ferrara al primo turno. Quando restano da scrutinare 14 sezioni su 160, il vantaggio di Alan Fabbri al 57,94%.

Il centrosinistra conferma il sindaco di Cesena al primo turno. Quando resta da scrutinare una sola sezione su 98, il vantaggio di Enzo Lattuca al 65,13%.

Il centrodestra conferma il sindaco di Ascoli Piceno al primo turno. Quando restano da scrutinare 9 sezioni su 52, il vantaggio di Marco Fioravanti al 74,41%.

 Il centrosinistra conferma il sindaco di Pesaro al primo turno. Quando restano da scrutinare 5 sezioni su 106, il vantaggio di Andrea Biancani al 60,7%.

 

 ​ Read More 

​ 

VIRGO FUND

PRIMO PIANO