domenica, Giugno 16, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Come Sinner può diventare numero 1 al mondo al Roland Garros

AGI – L’Open di Francia, noto ai più come Roland Garros, comincia domenica sui campi in terra rossa di Parigi. Mai come quest’anno, la seconda prova stagionale del Grande Slam, alla vigilia, è ricca di spunti e di ipotetici sviluppi interessanti, soprattutto in chiave azzurra. Fra i giocatori più attesi, infatti, c’è Jannik Sinner. Il 22enne di San Candido, attuale numero due del mondo, rientra nel circuito dopo il ritiro di Madrid e il forfait di Roma, causati da problemi all’anca destra. Le sue condizioni fisiche, anche se in conferenza stampa ha dichiarato oggi di “essere pronto” e che l’anca non lo preoccupa, rappresentano un’incognita. Lo stesso discorso vale per lo spagnolo Carlos Alcaraz, il quale dopo aver perso a Madrid contro Rublev ha rinunciato agli Internazionali d’Italia per via di un edema muscolare al braccio. Per Sinner, inoltre, c’è la concreta possibilità di diventare numero 1 del mondo. L’attuale leader della classifica Atp, Novak Djokovic, dovrà difendere i 2000 punti conquistati a Parigi lo scorso anno, quando vinse il torneo maschile, battendo in finale Casper Ruud. Grazie ai punti ottenuti questa settimana a Ginevra, il serbo manterrebbe la vetta del ranking internazionale solo se riuscisse a centrare almeno le semifinali al Roland Garros (e Sinner venisse subito eliminato). In caso di sconfitta anticipata, invece, sarebbe certamente superato dal tennista azzurro, che la scorsa stagione si è fermato a Parigi, a sorpresa, al secondo turno e che quindi non deve praticamente difendere punti (ne toglie 50). Se si arrivasse a una ipotetica finale tra Djokovic e Sinner, l’azzurro diventerebbe il 29esimo n.1 del mondo anche se perdesse (attualmente, tolti i punti del Roland Garros del 2023, ha 760 in più del serbo: il finalista di Roland Garros prende 1300 punti mentre il vincitore ne prende 2000)

 

 

Mentre i giochi per la vetta della classifica Atp sembrano facilmente pronosticabili, molto più incerto invece il pronostico della vigilia sul vincitore. Oltre a Djokovic, che a Roma aveva deluso le aspettative, complice pure la famigerata ‘borraccia volante’, e che a Ginevra ha perso in semifinale contro Machac, e ai rientranti Sinner e Alcaraz, tutti accomunati da una buona dose di incertezza sulla rispettiva tenuta fisica, c’è un quarto ‘big’ al via da tenere d’occhio. Si tratta di Alexander Zverev, fresco vincitore degli Internazionali d’Italia e a caccia del primo titolo Slam della carriera. Per lui un esordio difficilissimo: a Parigi affronta subito il Re del Roland Garros, ovvero Rafa Nadal – che non ha di certo impressionato nelle ultime uscite – contro il quale ha perso proprio qui la semifinale nel 2022, ovvero quella nella quale il tedesco si era rotto i tendini della caviglia, per poi ritrovare il suo tennis migliore soltanto quest’anno.

 

 

Dieci gli azzurri al via nel tabellone maschile, in campo tra domenica e lunedi’. Oltre a Sinner, che sfiderà al primo turno Eubanks, figura tra le teste di serie anche Lorenzo Musetti, numero 30 del seeding, opposto all’esordio a Galan. Con loro Fabio Fognini (contro Van de Zandschulp al debutto), Luciano Darderi (opposto a Hijikata), Flavio Cobolli (in attesa di un qualificato o di un lucky loser), Luca Nardi (che sfida Muller), Matteo Arnaldi (avversario di Fils) e Lorenzo Sonego (con di fronte Humbert). Dalle qualificazioni infine sono stati promossi pure Giulio Zeppieri e Mattia Bellucci, che attendono di conoscere i loro rivali nel primo turno del main draw. Cinque invece le rappresentanti italiane nel tabellone principale del singolare femminile. Guida la spedizione delle azzurre Jasmine Paolini, dodicesima forza del seeding, opposta al debutto alla Saville. Con lei Martina Trevisan, che attende una tennista proveniente dalle qualificazioni, Lucia Bronzetti, che sfida al primo turno la ex n.1 del mondo Naomi Osaka, Elisabetta Cocciaretto, che affronta all’esordio la Hadad Maia, e Sara Errani, brava nel superare le qualificazioni e in attesa di conoscere la sua avversaria nel primo match del main draw. 

 

 

 ​ Read More 

​ 

VIRGO FUND

PRIMO PIANO