martedì, Luglio 16, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Fognini si arrende a Bautista Agut e saluta Wimbledon. Errani e Paolini in doppio agli ottavi

AGI – Fabio Fognini si arrende al quinto set contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut. Il 37enne ligure esce sconfitto nella partita sospesa ieri per pioggia e ripresa oggi pomeriggio: 7-6 3-6 5-7 6-4 6-4 il punteggio finale per Agut che ha sfruttato al meglio lo stop. Ieri, infatti, era apparso in grande difficoltà ed era caduto due volte a causa di una storta alla caviglia.

 

Sfuma così il sogno azzurro di portare tre tennisti per la prima volta negli ottavi di Wimbledon. Dopo Sinner già qualificato, infatti, anche Lorenzo Musetti ha superato il terzo turno: in un match più volte sospeso per pioggia il tennista toscano, numero 25 Atp e del tabellone, ha battuto l’argentino Francisco Comesana, n.122 della classifica, in quattro set con il punteggio di 6-2 6-7(4) 7-6(3) 6-3. Per un posto nei quarti l’azzurro sfiderà il lucky loser francese Giovanni Mpetshi Perricard, 58esimo del ranking mondiale. 

 

A sfidare l’altoatesino numero uno al mondo sarà Ben Shelton, approdato agli ottavi di finale del singolare maschile. Nella prosecuzione del match interrotto ieri per pioggia, lo statunitense, numero 14 del mondo e del seeding, ha battuto il canadese Denis Shapovalov col punteggio di 6-7 (4) 6-2 6-4 4-6 6-2.  Anche Alexander Zverev ha ottenuto il pass per gli ottavi: il tedesco, numero 4 del mondo e del seeding, ha sconfitto al terzo turno uno dei beniamini locali, ovvero il britannico Cameron Norrie, 42 del ranking internazionale, col punteggio di 6-4 6-4 7-6 (15). Quasi interminabile il tie break del terzo set, vinto da Zverev al sesto match-point, dopo aver annullato a Norrie cinque set ball. Agli ottavi il tedesco attende il vincente del match Fritz-Tabilo.

 

Anche Daniil Medvedev ha ottenuto il pass per gli ottavi. Il russo, numero 5 del mondo e del seeding, ha sconfitto al terzo turno il tedesco Jan-Lennard Struff, numero 41 del ranking internazionale, col punteggio di 6-1 6-3 4-6 7-6 (3). Agli ottavi di finale Medvedev sfiderà il bulgaro Grigor Dimitrov. Altri risultati. Terzo turno: Arthur Fils (Fra) b. Roman Safiullin (Rus) 4-6 6-3 1-6 6-4 6-3; Giovanni Mpetshi Perricard (Fra) b. Emil Ruusuvuori (Fin) 4-6 6-2 7-6 (5) 6-4; Ugo Humbert (Fra, 16) b. Brandon Nakashima (Usa) 7-6 (9) 6-3 6-7 (5) 7-6 (6).

 

 

E veniamo alle donne. In attesa di tornare in campo domani negli ottavi di finale del singolare femminile, Jasmine Paolini, in coppia con Sara Errani, ha ottenuto il pass per gli ottavi di finale anche nel doppio donne di Wimbledon. Le due azzurre, quinta testa di serie del tabellone, hanno sconfitto al secondo turno le ceche Miriam Kolodziejova e Anna Siskova col punteggio di 6-1 6-4. Agli ottavi Errani e Paolini attendono le vincenti del match fra le statunitensi Gauff e Pegula e il duo composto dalla kazaka Anna Danilina e dalla cinese Yifan Xu.

 

La grande sorpresa nel terzo turno del singolare femminile si chiama Iga Swiatek: la polacca, testa di serie numero uno del tabellone, e numero uno del mondo, è stata eliminata per mano di Yulia Putintseva. La tennista russa naturalizzata kazaka, numero 35 del ranking internazionale, si è imposta in rimonta col punteggio di 3-6 6-1 6-2. Continua, quindi, la maledizione di Wimbledon per la Swiatek, che in carriera non è mai andata oltre i quarti di finale (centrati nel 2023) nel Major londinese. Altri risultati. Terzo turno: Elina Svitolina (Ukr, 21) b. Ons Jabeur (Tun, 10) 6-1 7-6 (4); Xinyu Wang (Chn) b. Harriet Dart (Gbr) 2-6 7-5 6-3. 

 

Quella giocata giovedì sera nel doppio maschile, al fianco del fratello Jamie è stata l’ultima uscita a Wimbledon di Andy Murray. Il campione scozzese, 37enne, infatti, avrebbe dovuto giocare nel doppio misto in coppa con la britannica Emma Raducanu, la quale però si è ritirata da questa competizione per via di una “rigidità al polso”. Un polso verosimilmente da preservare in vista degli ottavi di finale del torneo di singolare femminile. Murray, quindi, a meno di clamorosi ripensamenti, non giocherà più in via ufficiale sui campi dell’All England Club di Londra, dove ha trionfato negli “Championships” del 2013 e del 2016 e dove ha conquistato la medaglia d’oro nei Giochi Olimpici del 2012. 

 

 

 

 ​ Read More 

​ 

VIRGO FUND

PRIMO PIANO