mercoledì, Aprile 24, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Il Bologna s’impone sul Verona. 2-0 al Dall’Ara

AGI –  Non si ferma la scalata del Bologna di Thiago Motta, che batte per 2-0 il Verona e prosegue il suo cammino in zona Champions League, conquistando la quinta vittoria consecutiva e piazzandosi in solitaria al quarto posto della classifica in attesa del risultato dell’Atalanta. Le reti, una per tempo, di Fabbian e Freuler, con la squadra di Marco Baroni che non è quasi mai riuscita a mettere in difficoltà i rossoblu. Gara aperta dall’infortunio occorso all’arbitro del match, Rosario Abisso, che nel corso di un’azione di gioco subisce una distorsione alla caviglia la quale, nonostante le cure dello staff del Bologna, non gli permetterà di proseguire nella direzione. Al suo posto subentrerà il quarto uomo designato, Gianluca Camplone. Risultato che si sblocca al 27′, con Orsolini che, sugli sviluppi di corner, riceve un pallone sporco in area e lo rimette al centro per Fabbian, liberissimo di spingerlo in rete a porta sguarnita e portare in vantaggio i rossoblu. La squadra di Thiago Motta continua a proporre gioco, schiacciando il Verona e concedendo soltanto rare occasioni di ripartenza.

Nel finale di primo tempo l’opportunità del raddoppio ce l’ha Ndoye, che sulla sinistra spezza il raddoppio di Centonze e arriva alla conclusione potente che montino respinge in tuffo. Nella ripresa un Bologna un po’ meno propositivo rischia di farsi cogliere di sorpresa al 64′, con l’errore di Skorupski che sbaglia l’impostazione con le mani e regala il pallone a Suslov, bravo a disegnare la traiettoria che per centimetri non termina in rete. Momento di sbandamento degli emiliani subito corretto dalla rete del raddoppio, in conclusione della bella azione manovrata che porta Fabbian all’assist vincente per Freuler, puntuale all’appuntamento a centro area con il pallone del 2-0. Risultato e partita di fatto definitivamente indirizzati in favore dei rossoblu, con il Verona che nel finale avrebbe anche l’occasione per accorciare le distanze, con i neoentrati Lazovic ed Henry che imbastiscono la ripartenza chiusa dalla conclusione da due passi del centravanti francese respinta relativamente in tuffo da Skoruspki che ipoteca così il risultato del Dall’Ara.

VIRGO FUND

PRIMO PIANO