sabato, Giugno 15, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

LA FIFA CONSENTE I MESSAGGI DI INCLUSIONE NELLE FASCE (MA GLI ARCOBALENI RESTANO VIETATI)

Ai Mondiali di calcio femminile, in programma in Australia e Nuova Zelanda dal prossimo 20 luglio, per la prima volta sono consentite dichiarazioni per i diritti umani. Tuttavia, le persone LGBTQ+ sono escluse

Non è un vero arcobaleno per i diritti LGBTQ+, ma un messaggio a metà per l’inclusione. A differenza dei recenti Mondiali maschili in Qatar, la FIFA ha dato il permesso ad indossare – per i capitani delle squadre – fasce multicolori recanti messaggi di inclusione sociale.

Ai Mondiali, le giocatrici avranno tre opzioni: indossare una fascia da capitano con la scritta “Il calcio unisce il mondo” per tutto il torneo, oppure possono indossare una delle otto alternative con lo stesso messaggio per tutto il torneo o anche una fascia con uno specifico tema per ogni giornata. I messaggi consentiti tra cui scegliere sono:
“Uniti per l’inclusione”
“Uniti per i popoli indigeni”
“Uniti per l’uguaglianza di genere”
“Uniti per la pace”
“Uniti per l’istruzione per tutti”
“Uniti contro la fame”
“Uniti contro la violenza contro le donne”
“Il calcio è gioia, pace, amore, speranza e passione”.

Non sono ammesse fasce da capitano nei classici colori del Pride, per i quali la nazionale tedesca rappresentata dal capitano Alexandra Popp aveva recentemente promosso una campagna.

La FIFA ha affermato che collaborerà con le organizzazioni delle Nazioni Unite per attirare l’attenzione su varie questioni sociali durante la Coppa del Mondo Femminile. “Dopo molte discussioni aperte con le parti interessate, comprese le associazioni membri e i giocatori, abbiamo deciso di evidenziare una serie di questioni sociali – dall’inclusione all’uguaglianza di genere, dalla pace alla fine della fame, dall’istruzione alla violenza domestica – durante tutte le 64 partite del Mondiali femminili”, ha dichiarato il presidente della FIFA Gianni Infantino .

Ai Mondiali maschili in Qatar alla fine del 2022, c’è stata una grande polemica sulle fasce esibite dai capitani delle squadre. Quella arcobaleno e anche la cosiddetta fascia da braccio “One Love” erano stata bandita dalla FIFA sotto minaccia di sanzioni e squalifiche, provvedimenti confermati anche per questi Mondiali femminili.

VIRGO FUND

PRIMO PIANO