giovedì, Giugno 20, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

PUÒ LA TAURINA FERMARE L’INVECCHIAMENTO?

Dopo aver dimostrato che la taurina rallenta il processo di invecchiamento e prolunga la durata della vita dei topi fino al 10%, gli scienziati chiedono uno studio su larga scala

L’ultima scoperta scientifica nella corsa contro l’invecchiamento è un ingrediente popolare nelle bevande energetiche contenenti caffeina. Il micronutriente si trova naturalmente nella carne, nel pesce e nei latticini, ma viene utilizzato principalmente nelle bevande energetiche contenenti caffeina.

Dopo aver visto i risultati dell’uso della taurina nei topi, i ricercatori ora vogliono estrapolare le loro scoperte agli esseri umani.

Cos’è la taurina?

La taurina è una sostanza chimica che appartiene al gruppo degli amminoacidi. Si trova naturalmente negli alimenti proteici come i prodotti animali. È uno dei micronutrienti che supportano la funzione cellulare e soprattutto la produzione di energia. Lo fa sostenendo la salute dei mitocondri nelle cellule, che sono responsabili della fornitura di energia alle cellule.

In che modo gli scienziati pensano che la taurina influisca sull’invecchiamento?

Nell’esperimento, gli scienziati della Columbia University di New York, negli Stati Uniti, hanno somministrato ai topi una dose giornaliera di taurina. I risultati, pubblicati sul Journal of Science, hanno mostrato che l’assunzione del supplemento ha aumentato l’aspettativa di vita dei topi maschi del 10% e quella delle femmine di circa il 12%. Questa migliore aspettativa di vita è stata riscontrata anche nelle scimmie e nei vermi. Nell’ambito del progetto, i ricercatori hanno studiato 12.000 persone e hanno scoperto che coloro che avevano più taurina nel sangue erano generalmente più sani.

Ma cosa c’è nella taurina che gli scienziati la considerano un “elisir di lunga vita”?

La taurina è un componente naturale del corpo umano, ma con l’avanzare dell’età i livelli di taurina diminuiscono naturalmente. “I livelli di taurina diminuiscono con l’età e, se si inverte questa diminuzione, gli animali vivono più a lungo e in salute”, ha affermato il dott. Vijay Yadav, che ha guidato il gruppo di ricerca presso l’Irving Medical Center della Columbia University.

“In definitiva, questi risultati dovrebbero essere rilevanti anche per gli esseri umani”.

Yadav e il suo team si sono resi conto per la prima volta della taurina come potenziale catalizzatore dell’invecchiamento oltre un decennio fa, quando hanno scoperto che il sessantenne medio ha solo un terzo dei livelli di taurina di un bambino di cinque anni. Attualmente, tuttavia, c’è ancora del lavoro da fare per comprendere appieno come la taurina possa influenzare l’invecchiamento. I ricercatori della Columbia University sconsigliano di aumentare in modo proattivo i livelli di taurina per combattere l’invecchiamento fino a quando non ne sapremo di più. In un’intervista alla BBC, Yadav ha rifiutato di rivelare se assume o meno integratori di taurina, dicendo: “Dovremmo aspettare fino al completamento degli studi clinici prima di raccomandare al pubblico di acquistare la taurina al supermercato”.

VIRGO FUND

PRIMO PIANO