venerdì, Marzo 1, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Tutti pazzi in America per la Stanley Cup

AGI – Gli Stati Uniti si stanno appassionando alla Stanley Cup, ma non quella che viene assegnata alla squadra nordamericana campione di hockey su ghiaccio. È, invece, un costoso contenitore portatile da bevande da circa un litro, colorato, indistruttibile, con cannuccia estraibile e un’enorme impugnatura, che sta andando a ruba, nonostante costi almeno 45 dollari (ma alcuni modelli superano i 50).

 

Video sulle piattaforme online mostrano americani di ogni età andare negli store e fare man bassa di questo articolo, soprattutto il modello Adventure Quencher, a caccia di nuovi colori per arricchire la collezione personale. Virali sono anche i video in cui gli utenti mostrano di andare a rubare il Quencher, portandone via cinque-sei esemplari alla volta. Oppure, a conferma di quanto sia indistruttibile, clip che mostrano carcasse di auto distrutte dal fuoco, ma in cui l’unica cosa rimasta intatta è il contenitore di bevande.

 

 

L’oggetto è diventato un fenomeno social, alimentato anche da personaggi popolari. L’attrice e cantante Fantasia Barrio ne mostrava uno color aragosta al galà degli Astra Film Awards. La particolarità estetica della Stanley è che è riconoscibile. Per la compagnia con base a Seattle, nello Stato di Washington, che dal 1913 produce contenitori per bevande, c’è stata un’impennata nelle vendite. Il marchio ha registrato nel 2023 ricavi per 750 milioni di dollari, più di dieci volte i 73 milioni fatturati nel 2019. A inizio gennaio è stata lanciata un’edizione limitata per San Valentino, venduta a quasi 55 dollari, e che ha scatenato sui social l’hashtag #StanleyCup con più di 7 miliardi di visualizzazioni in tutto il mondo.

 

Non è chiaro quando il fenomeno sia nato. Alcuni sostengono che tutto sia cominciato durante la pandemia da Covid quando su Instagram un paio di persone si erano fatte fotografare con la loro colorata Stanley in mano. L’emergenza sanitaria e l’esigenza di rafforzare le misure igieniche potrebbero aver spinto il prodotto.

 

Ma la grande attenzione di questi mesi ha attirato anche le critiche. Utenti di TikTok e influencer di altri social media stanno sottoponendo la Stanley a test per capire se contenga piombo. Alcuni risultati mostrebbero l’esistenza di questo elemento. Il piombo può essere dannoso se ingerito, soprattutto per i bambini che hanno meno di sei anni. Secondo l’agenzia federale sanitaria dei Centers for Disease Control and Prevention, il piombo può provocare effetti di lento avvelenamento che possono portare a danni permanenti.

 

Per spazzare via i dubbi, Stanley ha spiegato di usare il piombo solo nel processo di manifattura, in modo da permettere alle bevande di mantenere la temperatura iniziale, fredda o calda che sia, ma che lo strato è coperto da acciaio proprio per evitare contaminazione. A meno che, ha spiegato un portavoce della compagnia, non venga rimossa la barriera d’acciaio, cosa possibile ma “rara”. “Le nostre squadre di progettisti – ha aggiunto l’azienda – sta facendo progressi sull’innovazione, usando materiale alternativo”. Stanley ha ribadito di aver seguito le linee guide fissate dall’agenzia federale sanitaria.

 

VIRGO FUND

PRIMO PIANO