sabato, Aprile 13, 2024
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Un fossile rivela un ‘drago’ di 240 milioni di anni fa

AGI – Un nuovo fossile trovato in antichi depositi calcarei del Sud della Cina ha permesso di fare una straordinaria scoperta, quella di una specie di drago risalente a 240 milioni di anni fa. La notizia, rilanciata dalla Bbc, è stata pubblicata per prima dalla rivista “Earth and Environmental Science: Transactions della Royal Society” di Edimburgo, con un’ampia descrizione di una serie di nuovi fossili dell’animale.

 

Fossil reveals 240 million year-old ‘dragon’ https://t.co/hkMlmPaSvz

— BBC News (World) (@BBCWorld)
February 23, 2024

 

Il Dinocephalosaurus orientalis, questo il nome scientifico della specie identificata per la prima volta nel 2003, contenuto nel fossile è miracolosamente completo, consentendo agli scienziati di osservare per la prima volta l’anatomia complessiva di questo bizzarro animale preistorico. Il nome di drago gli viene dato per via del suo collo estremamente lungo, anche se si tratta di un rettile acquatico lungo 5 metri del periodo Triassico. Nick Fraser, del National Museums Scotland, che faceva parte del team internazionale che ha studiato il fossile, lo ha descritto come “un animale molto strano, con arti simili a pinne, un colo super flessibile piu’ lungo del corpo e della coda messi insieme”. Il ricercatore ha ipotizzato che l’estrema flessibilità del collo del drago preistorico fosse da ricercare nelle sue 32 vertebre separate, che avrebbero potuto fornirgli un vantaggio nella caccia, consentendogli di cercare cibo nelle fessure sott’acqua. 

VIRGO FUND

PRIMO PIANO